Home > Generale > Il cancello anti-radiazioni

Il cancello anti-radiazioni

La Stampa ha pubblicato un breve articolo sul rischio da radiazioni ionizzanti legato alla presenza di materiali radioattivi utilizzati nell’area del passate ferroviario, definita Spina 1.

In seguito ad una serie di misurazioni effettuate in città, ho constatato che ci sono anche altre aree con livelli anormali di radiazioni ionizzanti. L’area dove ho riscontrato i valori più alti è quella del monumento al Duca d’Aosta in piazza Castello. Il valore di radioattività è di circa dieci volte il fondo naturale. Anche in questo caso la sorgente di radiazioni è il tipo di granito utilizzato.

Purtroppo, specie nelle giornate festive, molte persone si siedono sul monumento mettendo a rischio le parti del corpo più sensibili all’effetto delle radiazioni ionizzanti.

Le autorità comunali sono al corrente del rischio? Non lo sappiamo. Per tutelare i cittadini bisognerebbe, come minimo, mettere una cancellata tutto intorno al monumento al fine di impedire l’accesso all’area radioattiva.

In singolare coincidenza temporale, La Stampa, lo stesso giorno, nella prima pagina della cronaca cittadina, pubblica un articolo dove spiega che il monumento in questione verrà circondato da una cancellata per impedire l’accesso… agli skaters.

Un caso?

Categorie:Generale Tag:
  1. Nessun commento ancora...
  1. 5 luglio 2014 a 6:52 | #1
E' necessario che tu sia collegato per poter inserire un commento.